Addestramento del cane: il comando “terra”

By | 19 settembre 2015

cane_a_terraAddestrare il proprio cane è un lavoro impegnativo che richiede tanta pazienza, e soprattutto notevole costanza. I comandi principali da insegnare a Fido sono 5: stiamo parlando del comando “vieni”, “seduto”, “terra”, “resta” e “piede”. Nei nostri precenti post abbiamo già affrontato il comando “vieni” e “seduto”. Quest’oggi, invece, parleremo del comando “terra”. Quest’ultimo è strettamente legato al “seduto”. Vediamo il perchè.

Prima di tutto, utilizzando questa posizione il vostro cane ha difficoltà ad abbaiare o a mostrarsi aggressivo verso gli altri animali. Iniziate ad addestrare il vostro cane in un luogo isolato, e comunque lontano da possibili schiamazzi o da bambini che giocano. In quest’ultimo caso, infatti,le distrazioni potrebbero rendere difficoltoso l’addestramento. Successivamente, armatevi di snack golosi e piccoli bocconcini.

A questo proposito, ricordatevi che si deve trattare di snack totalmente differenti dal pasto che gli date quotidianamente. Inoltre, le porzioni non devono essere eccessive: i bocconcini non lo devono riempire, ma solo premiare. Ed ora passiamo alle fasi dell’addestramento.

Innanzitutto, prendete alcuni bocconcini e teneteli in mano. Fate annusare la mano al vostro cane, e allo stesso tempo spostate il “premio” con un movimento che possa essere seguito dal vostro animale. Arrivate fino a terra, e  portate la vostra mano in mezzo alle zampe anteriori. Restate in questa posizione fino a quando il cane non si metterà a terra, e quando lo eseguirà pronunciate con voce pacata la parola “terra”.

Premiate il vostro cane quando eseguirà il comando perfettamente, ed elogiate il suo impegno. Eseguite l’esercizio diverse volte, ma fate attenzione a non far stancare, o a non annoiare, Fido. L’addestramento si compone di passi piccoli e graduali: iniziate con sessioni brevi da  minuti, e aumentate il tempo gratualmente fino ad arrivare anche ai 30 minuti. Tuttavia, ricordatevi di fermarvi poco prima che il cane si spazientisca.

L’addestramento deve essere preso come un gioco, e non come una costrizione. In quest’ultimo caso, infatti, il vostro cane potrebbe reagire di malavoglia, oppure senza entusiasmo. Ricordatevi, poi, che la pazienza è fondamentale e soprattutto nelle prime fasi: non urlate, e non pretendete subito l’esecuzione perfetta. Ogni cane ha i suoi tempi.

Tuttavia, se il comando “terra” gli risulta ancora troppo ostico, fate un passo indietro ed insistete con il comando “seduto”, almeno fino a quando non lo eseguirà con sicurezza e senza indecisioni. A questo proposito, vi ricordiamo gli step fondamentali di questo comando.

Prima di tutto, richiamate l’attenzione del vostro cane sul cibo che avete in mano, permettendogli di annusarlo. Mentre è concentrato sulla vostra mano, spostatela sopra la sua testa e verso le sue spalle, facendogli seguire con lo sguardo il movimento. Solitamente, nel seguire questi gesti il corpo del cane automaticamente si siede. Quando vedete che lo avrà fatto pronunciate in tono gentile il comando “seduto”. Premiate il vostro animale, e ripetete l’esercizio fino a quando non sarà sicuro e disinvolto.

Insomma, come abbiamo più volte ripetuto, l’addestramento del cane è un lavoro davvero impegnativo e soprattutto di grande pazienza. Proprio per questo sarebbe meglio iniziare ad insegnargli i comandi fin dalla sua più tenera età. Tuttavia, non c’è un periodo preciso in cui è bene iniziare.

I comandi, infatti, possono essere insegnati anche in età avanzata. Certamente, in questo caso, il vostro amico Fido ci metterà qualche giorno in più per imparare, ma la vostra costanza, e il vostro amore, saranno sicuramente un premio più che sufficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *