Addestrare il proprio cane: ecco le regole per farsi ubbidire, e per il comando “seduto”

By | 18 settembre 2015

addestrare comandoAddestrare un cane non è di sicuro un’impresa facile. Ci vogliono tanta pazienza, costanza e amore verso il proprio amico a 4 zampe. Inoltre, non bisogna demordere, e premiarlo quando si comporta in modo corretto.Vediamo, allora, insieme quali sonole regole fondamentali per farsi ubbidire, e quali per insegnare al nostro amico Fido il comando “seduto”.

Prima di tutto, ricordiamoci che per farci ubbidire dobbiamo rispettare alcune regole: l’addestramento non deve mai essere troppo lungo e noioso. L’attenzione del cane, infatti, dopo poco tempo va scemando, e i risultati potrebbero tardare ad arrivare. Tuttavia, ricordatevi che l’esercizio deve essere quotidiano.

Parlando di addestramento, oltre agli esercizi da fare, è importante il luogo dove vengono effettuati: questo non deve essere caotico, vicino ad una scuola o alla presenza di molta gente. Scegliete un posto tranquillo, e lontano dalle distrazioni. Abbiamo, poi, parlato dell’attenzione del cane: inizialmente, le lezioni non dovrebbero superare i 5 minuti. Nel corso del tempo, però, il vostro amico Fido capirà che durante la lezione, oltre ad imparare, potrà mangiare cose golose: sarà allora che potrete allungare la durata.

Ricordatevi, però, di non superare la mezzora. E quando lo premiate, fatelo con snack golosi. Questi devono essere visti come una ricompensa: evitate, quindi, ciò che gli date  a casa, ma optate per wurstel, formaggio oppure snack per cani. Inoltre, non dovete riempirlo, ma solo ingolosirlo: le dimensioni degli snakc, a questo proposito, devono essere ridotte.

Infine, ricordatevi di non spazientirvi con il vostro cane, ma di ignorare l’errore, e fargli ripetere nuovamente l’esercizio. Ovvaimente senza stancarlo troppo. Ed ora, dopo aver ribadito le regole fondamntali per un corretto addestramento, possiamo passare al primo comando: chiedere al nostro cane di stare seduto è importante sia per noi padroni, che per la tranquillità dell’animale. Vediamo come insegnarglielo.

Iniziate la lezione facendogli vedere un piccolo snack (ve lo ricordiamo nuovamente: potete optare per un wurstl, un pezzo di formaggio,…). Tenetelo in mano, e permettete al vostro amico di annusalo o leccarlo. La sua attenzione, quindi, sarà proprio sullo snack: mantenete la mano a contatto con il muso del cane e spostatela sopra la sua testa e verso le spalle.

Seguendo con la testa la mano del padrone, il cane inclinerà il corpo all’indietro, sedendosi automaticamente. Ed è in questo momento che dovrete dirgli con tono gentile: seduto. Ovviamente, premiate ed elogiate la bravura del vostro amico a 4 zampe, e ripetete nuovamente l’esercizio almeno 5 volte a lezione: in questo modo comprenderà in modo semplice come mettersi seduto al vostro comando.

Ricordate, infatti, che premiare lo sforzo del vostro cane, subito dopo un esercizio eseguito bene, è molto importante: l’animale, infatti, assocerà il comando detto vocalmente alla ricompensa. Successivamente, si ricoderà in modo automatico il significato di una determinata parola. Ed ora…buon addestramento!

Insomma, con poche e semplici istruzioni potrete insegnare la “buona ducazione” al vostro amico Fido. Ciò che conta, prima di tutto, è la fiducia reciproca e il rispeto: il vostro cane, in questo modo, vi ascolterà senza problemi, e vi riconoscerà come il suo “capo”, da cui dipendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *