Tecniche di addestramento: l’uso del guinzaglio

By | 4 agosto 2015

guinzaglioAddestrare un cane è molto importante. Non solo perchè, in questo modo, ci permette di andare  a passeggio tranquilli, ma anche perchè possiamo evitare spiacevoli inconvenienti, quali ad esempio vederlo saltare addosso alle altre persone, o peggio ancora azzuffarsi con gli altri cani. L’entusiasmo del nostro amico a 4 zampe è davvero inconfondibile, ma spesso può portare a brutte disavventure. Ecco perchè è importante insegnargli a portare, e ad ubbidire, al guinzaglio. Vediamo alcuni consigli per farlo abituare.

Prima di tutto è importante avere pazienza: addestrare il proprio cane a camminare con un guinzaglio è un lavoro che può richiedere diverso tempo. Questo perchè ogni cane ha un modo diverso di interagire, e di recepire i comandi. In ogni caso, è importante non demordere e continuare ad insistere.

Ricordate, poi, che i cani più giovani di età imparano molto presto rispetto a quelli più anziani. Tuttavia, il loro grado di apprendimento dipende anche dal loro livello di vivacità, oppure dal tipo di temperamento. Proprio per questo motivo, quando volete addestrarli a portare il guinzaglio, preoccupatevi di cercare la location migliore. Questa non deve essere vicino a luoghi affollati, come una scuola, un parchetto oppure una piazza: addestrate il vostro cane a portare il guinzaglio in luoghi piuttosto silenziosi, e privi di distrazioni.

Ricordate, poi,che alcune razze possono metterci più tempo: il Beagle oppure il Bassotto Tedesco, ad esempio, sono razze canine che richiesdono un addestramento più lungo, proprio perchè si distraggono più facilmente. Questo non significa (attenzione!) che ci sono cani più intelligenti ed altri meno. Alcuni animali, in sostanza, hanno un alto livello di concentrazione,mentre altri no.

L’importante, come abbiamo già sottolineato, è non smettere di provarci:la costanza premia l’addestramento. Ma quali sono le regole fondamentali per un addestramento con il guinzaglio corretto? Vediamole insieme.

Prima di tutto, mettetegli il collare e il guinzaglio mentre sta mangiando. E, nel frattempo, fategli penzolare il guinzaglio a fianco: in questo modo il vostro amico Fido assocerà un momento piacevole (quale il pasto) al guinzaglio, e si abituerà più facilmente. Proseguite per qualche giorno. Al termine di questo periodo di prova, quando ha finito di mangiare, prendete in mano il guinzaglio e seguitelo in giro per la casa per qualche minuto.

Continuate per alcuni giorni, aumentando sempre di più la durata della vostra “passeggiata” al fianco del cane.Quest’ultimo, alla fine, si abituerà a vedervio al suo fianco,e non creerà nessun problema.  A questo punto uscite all’aperto, e lasciate che il cane trascini da sè il guinzaglio: dopo poco raccoglietelo, e date una ricompensa a Fido facendogli vedere il guinzaglio.

Infine, provate  a camminare insieme: mentre lo fate tenete il guinzaglio nella mano destra, e un biscotto in quella sinistra. Con quest’ultima cercherai di convincere il tuo cane a camminare vicino al tuo fianco sinistro, e mentre camminate pronuncia spesso la parola “andiamo!”. Se ti segue, ricordati di premiarlo!

Ovviamente, può capitare che il cane inizi a tirare il guinzaglio: in questo caso, girati in senso orario e procedi in un’altra direzione. In questo modo, il guinzaglio lo costringerà a girare la testa da un lato, e dovrà sbrigarsi a raggiungerti. Ripeti questo esercizio più volte, e comunque fino a quando il cane non capirà che se vuole camminare con te, dovrà rimanere al tuo fianco.Ricordati sempre di premiare i suoi sforzi con lodi e stuzzichini golosi. Buon addestramento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *