Gli strumenti per addestrare il proprio cane: il fischietto

By | 25 Luglio 2014

fischietto-caniAvere un cane per casa è senza dubbio piacevole. Eppure, a volte ci troviamo a combattere con i loro atteggiamenti poco collaborativi. Ecco perchè è importante addestrarli. A questo proposito, in commercio esistono numerosi oggetti utili al nostro scopo: tra i vari, ques’oggi parleremo del fischietto.

Prima di illustrare le sue caratteristiche, però, è bene precisare che l’udito del cane è molto diverso dal nostro. Se, infatti, per l’uomo la frequenza è di 20.ooo Hz, per il nostro amico a 4 zampe è molto più elevata. Ecco perchè i cani riescono a sentire suoni impercettibili all’orecchio umano. Ma come può essere utile un semplice fischietto nell’addestramento?

Semplice, il suo utilizzo può sopperire alla voce umana, e può coprire anche lunghe distanze. Fino a poco tempo fa, infatti, il fischietto veniva utilizzato solo per seguire i cani da caccia e per richiamare la loro attenzione. Recentemente, però, si è scoperto che questo valido strumento poteva essere usato per addestrare i cani.

Ovviamente, in commercio esistono diversi tipi di fischietto: possono essere di materiali diversi, e coprire fasce di prezzo differenti. Tuttavia, l’unica cosa da controllare in fase di acquisto è la frequenza degli ultrasuoni. Solo in questo modo, infatti, possiamo capire  se si tratta di un fischietto per umani oppure per cani.

Passiamo, ora, ai metodi utilizzati per addestrare un cane: innanzitutto, cerchiamo di impostare la durata dei suoni. Questi possono essere brevi ed intermittenti, oppure lunghi. Ognuno di essi, però, deve essere associata ad un’azione che vogliamo che il nostro cane faccia.

Ad esempio, se vogliamo che si sieda dobbiamo accompagnare il fischio ad un movimento della mano. In questo modo, il nostro amico a 4 zampe assocerà le due azioni, e capirà come comportarsi. Non perdete la pazienza se, durante l’addestramento, non capisce subito come comportarsi: ci vuole pratica e costanza.

E’ bene, a questo proposito, non insistere per lunghi periodi: il cane si stanca facilmente di rifare le stesse azioni, e poco dopo rischiereste di non avere più la sua attenzione. Al contrario, se si comporta in modo corretto, premiatelo dandogli un bocconcino o uno snack.

Un altro elemento da considerare, in fase di addestramento, è di proseguire con costanza. Gli esercizi con il fischietto dovrebbero essere ripetuti quotidianamente. Dedicatevi 15/20 minuti al giorno,e  provate insieme i nuovi comandi con il fischietto.

Infine, ricordatevi che la location è fondamentale per una buona riuscita dell’addestramento. Iniziate in un luogo familiare al vostro cane: il cortile di casa, il giardino oppure una strada che percorrete sempre insieme. In questo modo non verrà distratto da rumori esterni.

Successivamente, tentate di utilizzare il fischietto in luoghi più affollati. Quando, infine, sarà autonomo e non sarà soggetto a distrazioni, potrete ultimare il vostro addestramento anche in mezzo ad una piazza, o comunque in luoghi particolarmente affollati.

Sebbene il fischietto sia uno strumento piccolo e, apparentemente, poco efficace, in realtà è uno degli strumenti per addestrare il proprio cane più validi ed efficaci. Ricordatevi solo un unico consiglio: per addestrare il vostro amico a 4 zampe è indispensabile avere tanta pazienza e costanza. Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *